Spinlife

Made Green in Italy, pubblicate le regole per l’eccellenza ambientale dei bins

Il Contesto

L’ impegno per la salvaguardia dell’ambiente, al centro del dibattito internazionale ormai da molti anni, ha portato l’Europa all’emanazione di diverse direttive, tra cui quella legata al Green Public Procurement (GPP) e al programma di calcolo dell’impronta ambientale noto anche come Product Environmental Footprint (PEF). L’Italia, mostrandosi sensibile ed interessata all’applicazione di questi strumenti, ha pubblicato un piano cogente per l’applicazione delle politiche GPP e, più recentemente con la legge n. 221 del 28 dicembre 2015, ha lanciato il marchio Made Green in Italy basato proprio sulla metodologia PEF.

Tale iniziativa consente lo sviluppo di regole di prodotto per certificare la qualità e l’eccellenza dei prodotti italiani realizzati secondo i principi della sostenibilità ambientale.

Il Consorzio nazionale dei rifiuti dei beni in polietilene Polieco, nel rispetto della propria mission e al fine di supportare percorsi di economia circolare, ritenendo strategici i vantaggi legati alla possibilità di sviluppare tali regole per i bins (o grandi casse) in polietilene (PE), ha identificato Spinlife, Spinoff dell’Università di Padova, come partner tecnico-scientifico per lo sviluppo del progetto. Questa iniziativa stabilisce anche una continuità con il processo che ha visto coinvolti Polieco e Spinlife nella creazione e riconoscimento delle regole di prodotto per le borse multiuso in PE.

Il percorso di progettazione delle Regole di Categoria di Prodotto per le grandi casse in PE

Il percorso di progettazione ha avuto inizio nel 2021 quando Polieco ha richiesto e ottenuto l’autorizzazione del Ministero della Transizione Ecologica (MITE) a farsi promotore della realizzazione delle regole di categoria di prodotto per le grandi casse in PE.

Con il supporto di Spinlife è stato quindi condotto uno studio di Analisi del Ciclo di vita (Life Cycle Assessment) che ha coinvolto tutte le aziende consorziate e interessate alla produzione dei bins.

I risultati dell’analisi, sottoposti a verifica di terza parte del MITE, hanno consentito di mettere in luce i potenziali impatti ambientali delle grandi casse in PE e di determinare in modo oggettivo e scientifico i valori di eccellenza ambientale per l’ottenimento del marchio Made Green in Italy.

I parametri tecnici sono stati riassunti in un documento denominato “Regole di Categoria di Prodotto per le grandi casse in PE” che il MITE ha recentemente pubblicato sul proprio sito.

Prossimi step e prospettive future

Questo risultato costituisce un primato di grande importanza nel panorama nazionale. L’esperienza condotta potrà infatti garantire un vantaggio competitivo in termini di visibilità a tutte le aziende che vorranno adottare tale regolamento. Il beneficio è costituito dall’innovazione di prodotto che tali regole possono supportare e al riconoscimento nei regolamenti e nelle leggi nazionali che spaziano dagli acquisti verdi delle Pubbliche Amministrazioni fino alla normativa sulle plastiche riciclate ed il loro uso.

Le aziende produttrici di bins per accedere al Marchio Made Green in Italy dovranno condurre uno studio di ciclo di vita e produrre una dichiarazione ambientale secondo tali regole. Spinlife, ha anche supportato la prima azienda nell’ottenimento della certificazione Made Green in Italy, sarà a disposizione dei consorziati Polieco per avviare l’iter.

Polieco, riconoscendo l’importanza di perseguire un’innovazione sostenibile che renda i propri consorziati più competitivi e green nei mercati, offrirà pieno sostegno alle imprese che intendano avviare il percorso.


Made Green in Italy, rules for environmental excellence of bins published

The context

The commitment to safeguarding the environment, which has been at the centre of the international debate for many years now, has led Europe to issue several directives, including one related to Green Public Procurement (GPP) and the programme for calculating the environmental footprint also known as Product Environmental Footprint (PEF). Italy, showing sensitivity and interest in the application of these tools, has published a binding plan for the application of GPP policies and, more recently with Law No. 221 of 28/12/2015, has launched the Made Green in Italy label based precisely on the PEF methodology.

This initiative allows the development of product rules to certify the quality and excellence of Italian products made according to the principles of environmental sustainability.

The National Consortium of Polyethylene Waste Goods Polieco, in accordance with its mission and to support circular economy implementation, considering strategic the advantages linked to the possibility of developing such rules for polyethylene (PE) bins (or large crates), has identified Spinlife, a Spinoff of the University of Padua, as a technical-scientific partner for the implmentation of the project. This initiative also establishes continuity with the process that has seen Polieco and Spinlife involved in the creation and recognition of product rules for PE multipurpose bags.

The design process of the Product Category Rules for large PE crates

The design process began in 2021 when Polieco requested and obtained authorisation from the Ministry of Ecological Transition (MITE) to promote the creation of product category rules for large PE crates.

With the support of Spinlife, a Life Cycle Assessment study was carried out involving all the member companies interested in the production of bins.

The results of the analysis, which were subjected to third-party verification by MITE, made it possible to highlight the potential environmental impacts of the large PE bins and to objectively and scientifically determine the values of environmental excellence for obtaining the Made Green in Italy label.

The technical parameters have been summarised in a document called “Product Category Rules for large PE boxes” that MITE has recently published on its website.

Next steps and future prospects

This result is a first of great importance on the national scene. The experience gained will guarantee a competitive advantage in terms of visibility to all companies wishing to adopt this regulation. The benefit is in the product innovation that these rules can support and in the recognition in national regulations and laws ranging from green public procurement to the regulation of recycled plastics and their use.

In order to qualify for the Made Green in Italy label, bins manufacturers will have to conduct a life cycle study and produce an environmental declaration according to these rules. Spinlife, which also supported the first company in obtaining the Made Green in Italy certification, will be available to Polieco consortium members to start the process.

Polieco, recognising the importance of pursuing sustainable innovation that makes its consortium members more competitive and greener in the markets, will offer full support to companies that intend to start the process.