Spinlife

Hitachi Energy Italy prosegue il percorso di sostenibilità con Spinlife e ottiene le certificazioni ambientali di prodotto

Hitachi Energy è leader globale della fornitura di prodotti, sistemi e soluzioni a servizio della generazione, trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica. A Monselice (PD) si trova l’Hitachi Energy Transformers Factory, una delle sedi italiane del gruppo in cui si progettano e producono trasformatori elettrici di potenza.

Tra il 2021 e il 2022 Spinlife ha collaborato con Hitachi Energy Italy SpA per l’ottenimento delle certificazioni Carbon Footprint (ISO 14067) e EPD (Environmental Product Declaration).

Il progetto riguarda lo studio dei potenziali impatti ambientali associati ai trasformatori ad alta/media tensione da 25 MVA e 40MVA, sia immersi in olio vegetale che minerale, utilizzati nelle sottostazioni di distribuzione dell’energia elettrica in Italia. L’analisi è stata condotta utilizzando la metodologia Life Cycle Assessment (LCA) ed ha consentito di ottenere la certificazione Carbon Footprint ed EPD dei trasformatori.

Queste certificazioni sono fondamentali per soddisfare le richieste fatte dal cliente che ha l’obiettivo di approfondire gli impatti ambientali dei propri apparati elettrici al fine di implementare le soluzioni più sostenibili.

L’analisi è stata condotta da Spinlife con la collaborazione di Hitachi Energy Italy seguendo le Product Category Rules (PCR) EPDItaly007 “Electronic and electrical products and systems” – Version 2 (EPD Italy, 2020) e la subPCR EPDItaly018 “Electronic and electrical products and systems – Power Transformers” – Version 3.5.

L’unità dichiarata scelta per l’analisi dei potenziali impatti dei dispositivi è il singolo trasformatore, con un tempo di vita di 35 anni ed ha incluso nei confini del sistema le seguenti fasi del ciclo di vita:

  • la fase di produzione del trasformatore, a partire dall’estrazione delle materie prime, la produzione dei componenti, il loro trasporto, la produzione e l’imballaggio del dispositivo, fino allo smaltimento dei rifiuti di processo;
  • la fase di distribuzione;
  • la fase di installazione;
  • la fase di manutenzione:
  • la fase di fine vita.

Per l’analisi degli impatti sono state considerate le categorie d’impatto e i flussi di materia ed energia richiesti dal metodo EN 15804 + A2: 2019.

Per maggiori dettagli è possibile consultare l’EPD pubblicata nel sito: https://www.epditaly.it/ricerca-epd/?wpv_view_count=100003484&wpv-tipologia-epd=0&wpv_post_search=transformers&wpv_filter_submit=Cerca